Living digital Space&Future parks

IL Giappone fa di nuovo parlare di sé e fino al 1 luglio 2016 Menlo Park, in California, ospiterà il “Living digital Space&Future parks”, la nuova creazione degli artisti Ultra-Technologists di TeamLab, dove arte e tecnologia si fondono e l’immaginario naturale subisce trasformazioni in base alle azioni dello spettatore.

“Living digital Space&Future parks” invita i partecipanti di tutte le età ad immergersi negli ambienti multi-room nei quali sono in mostra venti opere digitali. Gli spettatori sono incoraggiati a partecipare a questo parco giochi digitale sperimentando il concetto pionieristico del morphing, uno dei primi effetti digitali che siano stati sviluppati dall’industria cinematografica e che consiste nella trasformazione fluida, graduale e senza soluzione di continuità tra due immagini di forma. Intrinsecamente interattiva, la mostra è una potente testimonianza del crescente interesse nei confronti dell’arte digitale, apprezzata per la sua capacità unica di coltivare la creatività e la curiosità attraverso la tecnologia. Così nelle installazioni vengono esplorate forme alternative di percezione, sfruttando il concetto di spazio “Ultra soggettivo” proprio di TeamLab e tipico di tutte le rappresentazioni dell’arte visiva nel Giappone pre-moderno. Questa prospettiva multidimensionale nella pittura tradizionale giapponese incorpora tempo in rappresentazione spaziale e riconosce i movimenti dello spettatore. Si crea una connessione tra la vita fisica e quella virtuale, così che ad ogni azione dell’individuo si genera una reazione estetica.

Un esempio è il “Crystal Universe”, che utilizza un accumulo di punti luce per creare un corpo scultoreo che rappresenta l’universo, come in un dipinto divisionista i punti di diversi colori formano un’immagine sola. Le particelle di luce sono controllate digitalmente e cambiano in base all’interattività dello spettatore con l’opera. Gli spettatori sono invitati a entrare e camminare in uno spazio di luce tridimensionale e questo loro movimento colpisce le particelle di luce creando modifiche all’installazione, un’opera d’arte che è quindi in continua evoluzione. L’avanguardia maggiore sta nel fatto che gli spettatori possono anche interagire con l’opera utilizzando i loro smartphone per selezionare gli elementi che compongono l’universo di cristallo.

Nato nel 2001, TeamLab è una squadra giapponese di professionisti provenienti da diversi settori: artisti, programmatori, ingegneri, animatori CG, matematici, architetti, grafici web e redattori. TeamLab ha lo scopo di favorire l’espansione del digitale e trovare nello stesso tempo un equilibrio tra arte, scienza, tecnologia e creatività.

Video dell’installazione a Menlo Park
Video del “Crystal Universe”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie di prime e terze parti per offrire un’esperienza di navigazione ottimale e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questa informativa e continuando la tua navigazione acconsenti all’uso dei cookie attualmente abilitati. Se lo desideri, puoi cambiare le tue preferenze o leggere la nostra Cookie Policy

Chiudi